COME RIPRODURRE LE PREVISIONI METEO CON QUESTA LAMPADA

tempescope-lampada-previsioni-meteo-2

1- INTRODUZIONE

Riprodurre le previsioni del tempo con una lampada è più semplice di quel che si possa immaginare: a patto che, ovviamente, si abbia a disposizione la lampada giusta. Per informazioni, chiedere a Ken Kawamoto, un signore giapponese che ha inventato la cosiddetta Tempescope. Di cosa si tratta? Semplicemente, di un gadget molto speciale che permette di far scomparire la barriera tra il mondo reale e il mondo digitale. Sembra un oggetto proveniente dal futuro o dalla fantascienza? Beh, in effetti più o meno è proprio così. Tempescope, infatti, è una specie di scatola magica che ha la capacità di riprodurre le previsioni del tempo: non solo le nuvole e il sole, ma anche la pioggia e perfino i fulmini.

La scatola è connessa ad un personal computer attraverso un sistema wi-fi, ed è proprio dal pc che estrae i dati che riguardano le previsioni. Uno degli aspetti più interessanti che riguardano la Tempescope è che il suo inventore ha fatto in modo che il codice sorgente del progetto venisse rilasciato con licenza open source, il che vuol dire che tutti hanno la possibilità di usarlo, di modificarlo o di migliorarlo a seconda delle proprie esigenze e dei propri gusti.

tempescope-lampada-previsioni-meteo-1

2- COME FUNZIONA LA LAMPADA PER RIPRODURRE LE PREVISIONI METEO

Se una volta Gino Paoli cantava “Il cielo in una stanza”, oggi grazie a Tempescope si può parlare del cielo in una scatola. Il prodotto negli ultimi tempi ha riscontrato un certo successo, ed è riuscito a fare breccia nel settore meteo. Questa scatola di vetro – in apparenza semplice – al proprio interno è in grado di creare la luce del sole, i lampi, le nuvole e delle gocce di pioggia in funzione delle previsioni. Pensare che tutto si basa su una normaleconnessione a Internet, indispensabile per prelevare le informazioni e conoscere le previsioni. C’è, a dir la verità, una piccola pecca e cioè che la neve non può essere riprodotta: ma chissà che in un futuro non troppo lontano questa piccola grande lacuna non possa essere colmata.

Come si può intuire, l’utilità pratica di questa scatola è pari a zero, nel senso che per consultare le previsioni è sufficiente dare un’occhiata a Internet: il suo aspetto estetico e la sua particolarità, tuttavia, la rendono un accessorio molto desiderabile in casa. In effetti, come si accennava, l’obiettivo del progetto è quello di rompere e far sparire ladistanza tra la realtà fisica e quella virtuale, anche se in concreto questa frase può voler dire tutto e niente.

3- A COSA SERVE E DA COSA E’ NATA L’IDEA DI PROGETTARE QUESTA LAMPADA 

Ciò non toglie che, da quando è stata presentata, la Tempescope è stata capace di suscitare grande stupore e altrettanta sorpresa, e anche per questo motivo da tempo è impegnata in un vero e proprio tour, nel senso che prende parte a fiere dedicate all’innovazione in ogni angolo del mondo. Il sito Tempescope.com è diventato, anche per questo motivo, il punto di riferimento per tutti gli appassionati di clima.

La storia del progetto è, in realtà, molto recente, visto che il suo inventore Ken ha dato vita al primo prototipo solo nel 2012, senza troppa attenzione, come un semplice svago a cui dedicarsi nel fine settimana. L’obiettivo iniziale era quello di avere sempre il sole in casa anche quando fuori le condizioni del clima sono avverse: e in effetti deve essere molto piacevole poter contare sulla luce del sole in salotto mentre fuori infuria un temporale. I primi prototipi sono stati realizzati con flaconi di shampoo da un dollaro, e hanno subito ottenuto l’attenzione del web: così nel 2013 Ken ha creato la versione open source, progettata in modo tale che potesse essere riprodotta da chiunque con strumenti semplici e senza fatica. Oggi la Tempescope è una realtà consolidata e conosciuta davvero ovunque.

FONTE

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *