Dipendente Atac difende una donna molestata: immigrato romeno lo accoltella, è grave

coltello-insanguinato-620x264

ROMA – Tragedia sfiorata, ieri sera, in Largo Vittime Delle Foibe Istriane davanti la stazione Laurentina. Ion Gondac, senza tetto romeno di 56 anni, ha accoltellato in strada Mario Pitigliani, dipendente dell’Atac, di 53 anni colpendolo con diversi fendenti al collo, all’addome e al torace. La vittima, ferita gravemente, è stata trasportata in codice rosso al Sant’Eugenio. E’ ricoverato in prognosi riservata, non è in pericolo di vita.

RAGAZZA MOLESTATA – Il 56enne romeno, con precedenti di polizia, è stato arrestato con l’accusa di “lesione aggravata”. Secondo una riscostruzione fatta dai Carabinieri della stazione Cecchignola che sono giunti sul posto, tutto è nato quando Gondac, per motivi ancora da chiarire, ha iniziato a molestare con apprezzamenti sessisti un’altra donna romena presente davanti la stazione Laurentina.

ACCOLTETATO PIU’ VOLTE – Notata la scena Pitigliani è intervenuto. Da lì ne è nata un violento scontro verbale tra i due, fin quando Gondac ha estratto un coltello che nascondeva nei pantaloni aggredento il dipendente Atac. Prima un colpo di striscio al collo, poi due fendenti all’addome e uno al torace. Ferite non profonde, ma sufficienti a far perdere molto sangue alla vittima.

ARRESTATO – Pitigliani si è quindi accasciato in strada dove è stato soccorso da alcuni passanti e poi dal personale dell’Esercitio in servizio antiterrorismo e da un Carabinieri lì in pattuglia. Il romeno, invece, è fuggito occultando l’arma dietro un cespuglio. Le immediate indagini hanno però permesso di identificare e arrestare Ion Gondac. I militari sono anche riuscire a ritrovare e, successivamente a sequestrare, il coltello ancora sporco di sangue

Potrebbero interessarti anche...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *